Il Cavo Calciana entra in esercizio

Il Cavo Calciana è sempre la nostra prima derivazione a entrare in esercizio e sempre prima dell’inizio ufficiale della Stagione Irrigua, fissato al 25 aprile, a testimoniare l’aridità congenita delle terre alte, terre di sassi.

Quest’anno l’apertura di Calciana arriva con qualche giorno di ritardo rispetto al periodo consueto, a causa dei grandi lavori di rivestimento di un tratto lungo duemila metri, nel quale le perdite di condotta sono elevatissime nelle prime settimane di esercizio, rendendo la distribuzione poco efficiente nella fase iniziale delle irrigazioni, sempre critica. Sulle perdite di condotta fioriscono teorie quasi leggendarie, spesso strumentali, a giustificazione di ben altre inefficienze, ma non in questo Consorzio Irrigazioni Cremonesi, che fa della misura delle acque il suo primo pilastro. Vogliamo qui ricordare la tesi di laurea, presso il Politecnico di Milano, degli ingegneri Laura Bassi e Paolo Zoni, presentata ed anche disponibile su questo sito dal 2003, e che vediamo citata in innumerevoli pubblicazioni e studi, a conferma della sua serietà e unicità.
 Proprio in questo lavoro – reso impegnativo anche dal fatto che a quel tempo si aveva il mulinello e non il ben più veloce misuratore a effetto Doppler – erano emersi i singolari valori delle perdite del tratto di Calciana che ora debutta con il nuovissimo e impermeabile rivestimento. S’è dovuto attendere per dodici anni, sino a quando sono maturate le possibilità economiche e strumentali (la spesa reale è stata di € 270.000, per € 32,7 a metro quadrato/spessore medio di cm 17), mentre si eseguivano altre numerose opere di miglioramento della rete e della sua gestione, sia per dovere sia in vista di tempi, prevedibili dal 1983 e ormai prossimi, nei quali la disponibilità di acqua per le irrigazioni diverrà statisticamente minore. Purtroppo le risorse disponibili sono state in gran parte soltanto nostre, ovvero della nostra utenza, alla quale dedichiamo ogni attenzione, primo fra tutte il contenimento dei costi, in uno scenario che vede i contributi pubblici sempre destinati ad altri.

Go to top

Informativa sui cookies

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazione. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.