Conto Consuntivo 2013

L’Assemblea del 19 giugno, ha approvato il Conto Consuntivo 2013,

che registra un avanzo di € 21.455,00, pari allo 0,98% delle Entrate: un risultato che rimane nei margini di una buona gestione, come sempre!
In attesa di pubblicare il Conto Consuntivo, anticipiamo la Relazione del Presidente sull’Andamento della Stagione Irrigua, che tocca anche tanti argomenti e questioni rilevanti, se non anche incombenti! Particolare spazio è dedicato al problema delle nutrie, che, di anno in anno, s’accresce nell’evidente gravità, purtroppo non accompagnato da adeguata attenzione ed attività nella Pubblica Amministrazione; parlarne, in ogni possibile occasione, può dare un contributo al risveglio di entrambe le cose! Per i fatti che coinvolgono specificatamente il Consorzio, purtroppo trovano altrettanto spazio – ad intendere che le riteniamo di medesima gravità! – due questioni:

  • il problema DMV;
  • lo sfruttamento idroelettrico dei salti lungo la nostra rete.

 Il problema DMV - la cui sperimentazione, sull’Adda e sull’Oglio, sta per entrare nell’ultimo di sei impegnativi e costosissimi anni - sta assumendo contorni che dire ‘incerti’ è indulgere in eccessiva clemenza!! Mentre si avvicina il momento di ‘tirare le somme’, sembra sempre più evidente che, in Regione, non vi siano né chiarezza di idee, né univocità d’intenti: una duplice mancanza … esplosiva! Per gli Usi Idroelettrici dei nostri salti, già al primo impianto - realizzato!! - ci siamo “piantati” davanti al GSE, che non accetta - ovvero: non accetta più!!! -che il titolare della Concessione non coincida con il gestore/realizzatore della centrale idroelettrica: una novità dirompente, non soltanto per noi e dettata - senza ovviamente ammetterlo – dalla disordinata gestione degli incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili: sino a poco tempo fa tutto andava bene “a prescindere” ed oggi quasi nulla! Se è iniziato – come pare – “il tempo delle vacche magre”, che almeno lo si applichi alle future iniziative e non a quelle già realizzate, provocandone il fallimento ancor prima di iniziare!

Nel tentativo di “salvare il salvabile” s’è chiesto aiuto alla stessa Regione Lombardia: risultato? “Due dita in un occhio!” … continuando – ma con crescente fatica – ad essere gentili! La Regione Lombardia, in materia di risorse idriche, sembra sempre più “nel pallone”, non soltanto, purtroppo, in concomitanza dei Campionati del Mondo!!!

Go to top

Informativa sui cookies

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazione. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.