Le acque tutte finalmente si parlano, almeno a Cremona

L’Ufficio d’ambito della Provincia di Cremona (ATO) ha sottoscritto una Convenzione che costituisce – probabilmente per la prima volta in Italia - un diretto collegamento tra la realtà del Servizio Idrico Integrato ed il 'mondo' della gestione delle acque superficiali!

Il direttore del Consorzio Irrigazioni Cremonesi (CIC) è da oggi consulente di ATO per “ … l’analisi dei problemi in merito alle interconnessioni tra le infrastrutture del Servizio Idrico Integrato e quelle del sistema di gestione delle acque superficiali.”

Si tratta di un primo passo, finalmente mosso verso il superamento della impermeabile ed illogica separazione, voluta dalla legge n. 36/1994 (cd 'Legge Galli'), tra il ‘mondo’ del Servizio Idrico Integrato (acquedotti, fognature, depurazione pubblici) ed il mondo che gestisce le acque superficiali territoriali. Sarà così possibile rispondere alla necessità, sempre più urgente, di concretizzare un approccio più organico, interdisciplinare e condiviso, in particolare tra gli enti preposti alla specifica programmazione territoriale: ATO, Consorzi di bonifica, Enti irrigui, Comuni … .

L’acqua, per sua stessa natura è un unicum indivisibile, che non può, né deve essere considerato separabile in funzione degli utilizzi, come oggi la legge impone. Le stesse Autorità dei Bacini Idrografici, che di questa unicità dovrebbero farne ragione di ogni iniziativa, si mostrano incapaci di risolvere questo vizio d'origine, vincolo di legge che può essere però attenuato - dando non soltanto buoni frutti, ma anche segnali concreti al Legislatore - laddove si possa trovare un'unità d'intenti e di facoltà, disponibilità al confronto, oggettiva collaborazione, come oggi è avvenuto tra ATO e CIC!

Auspichiamo che questo passo sia d’esempio e si possa estendere in altri territori.

Go to top

Informativa sui cookies

Il sistema di gestione dei contenuti Joomla e il software di conteggio accessi installato in questo sito utilizzano i cookies per migliorare le funzioni di navigazione. Cliccando sul bottone arancione avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.